Scacchi

CLIPART; scacchistaUna partita a scacchi in mezzo al boscoEstrema attenzione ai dettagli non evidenti, elaborazione mentale di scenari diversi in pochissimo tempo, intuizione degli stratagemmi messi in atto dall'avversario per dissimulare il proprio intento, ottima conoscenza del significato di ogni pezzo in relazione al contesto in cui si trova.

Stiamo parlando del gioco degli scacchi? Sì, ma questi sono anche alcuni elementi più caratteristici della disciplina più cerebrale dell'orienteering: il Trail-O

Forse l'accostamente può sembrare un po' ardito, ma pensandoci bene l'approccio di uno scacchista è molto simile a quello di un tralorista.
Diciamo subito, per anticipare la tua prima perplessità, che il Trail-O é una disciplina sportiva non fisica nel senso che non bisogna assolutamente correre e anche il tempo conta solo riguardo alla velocità nel dare le risposte tanto è vero che é aperta anche alle persone con mobilità ridotta.


FOTO: scacchiera con scacchiFOTO: scenario tipico del trail-o

In sintesi si tratta di camminare tranquillamente seguendo un breve percorso con delle stazioni da dove bisogna osservare un scenario con 4 o 5 lanterne; bisogna guardarlo con attenzione e indovinare quale do esse è quella giusta indicata sulla mappa.


In questa pagina dedicata al trail-O trovi la descrizione tecnica, ma è solo partecipando che potrai cogliere il senso di questa sfida intellettuale.
Per ora ci basta sapere che la scacchiera é lo scenario che avrai di fronte e devi studiare sia come visione d'insieme che in ogni dettaglio; i pezzi degli scacchi sono le lanterne e gli elementi naturali (es alberi, panchine, collinette ecc) che dovrai gestire al meglio; l'avversario é il tracciatore ovvero colui che ha posato le lanterne e predisposto i quesiti e fa tutto il possibile per trarti in inganno.

 
Copyright 2012: FISO Comitato Regionale Lombardo Copyright 2012: FISO Comitato Regionale Lombardo
Free Joomla Theme by Hostgator