Corsa a punti

MAPPA: corsa a puntiLa gara di orienteering con più strategiaNormalmente l’itinerario delle gare di orienteering è obbligatorio nel senso che il raggiungimento dei vari punti va compiuto secondo una sequenza prestabilita, pena la squalifica.   Per consentire ciò, le partenze sono scaglionate nel tempo e la classifica finale non viene fatta in funzione di chi prima arriva, ma dal confronto del tempo impiegato.

Nelle gare a punti (score in inglese), invece la partenza avviene in massa (tutti agli atleti nello stesso momento) e i concorrenti ricevono una cartina dove sono segnati tutti i punti da reggiungere senza però i collegamenti tra di essi.
Ogni concorrente, quindi, non fa solo delle scelte di percorso tratta per tratta, ma deve anche decidere la strategia di gara complessiva cercando di capire in quale ordine è meglio punzonare in modo da ottimizzare la corsa.

MAPPA: corsa a punti a Montichiari

Essendoci stata una partenza in contemporanea, vince chi arriva per primo al traguardo anche se a volte vengono introdotte delle varianti per cui le lanterne hanno un valore diverso in funzione della distanza o della difficoltà e ciò influenza la classifica.

In ogni caso concorrenti hanno a disposizione un tempo massimo prestabilito, al temine del quale chi non si presenta al punto di arrivo subisce penalità sul punteggio di gara per ogni minuto di ritardo.

 
Copyright 2012: FISO Comitato Regionale Lombardo Copyright 2012: FISO Comitato Regionale Lombardo
Free Joomla Theme by Hostgator